Podologia


La Podologia è una branca fondamentale della scienza medica che può essere definita anche come una vera e propria arte sanitaria.
Questa valuta la cura e previene le patologie del piede.
E' praticata dal podologo, il professionista in possesso di un Diploma di Laurea in Podologia.

Studio podologico


Lo studio podologico Parrini si occupa della cura, prevenzione e riabilitazione dei disturbi del piede in età pediatrica, adulta, geriatrica.
La Dott.ssa Giulia Parrini più specificamente si prende cura anche dello sportivo, che utilizza a livello professionale il piede con uno sforzo maggiore rispetto agli altri.

Il Podologo


La Dott.ssa Giulia Parrini nata il 5 giugno 1987, consegue la laurea in Podologia presso l'Università di Medicina di Firenze nel novembre 2009.

Successivamente continua i suoi studi presso l'Università spagnola di Madrid Complutence (2010) presso la Clinica Universitaria all'interno del Reparto del Piede Diabetico.

Inoltre nella Università di Barcellona (2011) di Bellvitge si specializza sulla patomeccanica del piede: come risolvere le patologie del movimento del piede attraverso l'uso del plantare.

In seguito presso l'Università la Sapienza di Roma consegue il Master in Posturologia (2012).

Dal 2011 svolge la sua attività presso il suo studio, lo Studio Podologico Parrini ad Arezzo, con l'obiettivo di fornire al paziente il massimo del servizio e del risultato.

Trattamenti podologici


I trattamenti podologici sono svolti con il rispetto della massima igiene; gli strumenti sono monouso e rigorosamente sterilizzati tramite autoclave.

Nelle sue competenze rientrano le asportazioni di tessuti cheratinici (le callosità ), la cura delle patologie ungueali quali onicomicosi (fungo dell'unghia), onicogrifosi (inspessimento ungueale) e onicocriptosi (unghia incarnita).

Segue inoltre le problematiche del piede nei soggetti diabetici (piede diabetico) con rischio ulcerazione.

Tramite uso di tutori su misura in silicone previene le problematiche dell'alluce valgo, del dito a martello ed di altre patologie di sovraccarico del piede.

Lo studio del passo: la Biomeccanica


Il podologo analizza l'anatomia del piede e la sua funzionalità nello spazio sia da fermi che in movimento.

Possiamo considerare il nostro corpo come una macchina da corsa e come tale deve dimostrare la massima potenza. A volte però può avere difficoltà a raggiungere il massimo delle prestazioni e avere mancanza di continuità.

Tali fattori dipendono da una predisposizione strutturale e/o funzionale propria della persona o dell'atleta.

Dobbiamo dare importanza ai piccoli particolari legati all'assetto e all'equilibrio tra gli organi in movimento e a quelli di distribuzione di carico.

E' necessario valutare la nostra anatomia biomeccanicamente e posturologicamente, sia in statica che in dinamica, tenendo conto non solo del piede ma anche di tutte le strutture sovrasegmentarie.
Per questo motivo la Dott.ssa Giulia Parrini effettua test clinici ed utilizza macchinari quali la pedana Baropodometrica, che valuta la pressione esercitata dal piede al suolo e la postura.

La visita podologica nello studio ha la durata di circa 1 ora e la Dott.ssa Parrini valuta non soltanto quello che concerne il movimento del piede ma anche il resto della postura in modo tale da cogliere l'insieme dei movimenti del corpo della persona nel suo complesso.

Sulla base dei vari test compiuti verrà scelto il trattamento podologico più adatto.

Plantare su misura

La Dott.ssa Giulia Parrini sulla base dei vari test sullo studio del passo e della visita svolta in precedenza, sceglierà il plantare su misura più idoneo al caso.

Questo in modo da poter compensare quelli che sono stati individuati come fattori mancanti al riequilibrio del piede e della postura.

Il plantare viene costruito personalmente dalla Dott.ssa Giulia Parrini nel laboratorio interno allo studio. In base alla sua professionalità ed esperienza la Dott.ssa saprà trovare la soluzione migliore per il vostro piede.


Naturalmente di estrema importanza sarà la scelta del materiale più adatto alla prestazione che dovrà svolgere il piede.
Ci sono infatti vari materiali da poter utilizzare allo scopo.

Si possono usare i cosidetti materiali tecnici ad uso sportivo oppure il lattice per il riposo plantare. Un vero e proprio comfort per il piede.
E' bene associare al plantare una ginnastica specifica del piede come nel caso di un piede cavo, piatto o semplicemente nel caso serva stimolare la circolazione partendo dal piede.

Studio Podologico Dott.ssa Giulia Parrini